Le Mazzere del Plemmirio

Zona B dell’Area Marina Protetta Plemmirio

 

Difficoltà

Basso
per entrambi gli itinerari

Profondità Max.

23 metri (percorso verde)
30 metri (percorso rosso)

Visibilità

Ottima
Buona

Interesse e Durata

♥ ♥ ♥ / Medio
35 minuti (percorso verde)
45 minuti (percorso rosso)

Mappa

Descrizione

È una immersione in parete adatta a tutti i subacquei, in quanto non presenta particolari difficoltà. Raggiungiamo sul fondo una fitta prateria di posidonia; da qui dirigendoci verso ovest troviamo, prima, un piccolo gradino che va da 17 a 19 metri, e quindi un costone che arriva fino a 25 metri su un fondale che degrada dolcemente fino ad oltre i 30 metri.

In tutta la zona sono presenti grandi esemplari di Pinna nobilis e numerosi blocchi squadrati di pietra bianca; questi ultimi testimoniano le attività di pesca della vicina tonnara di Terrauzza. Seguendo il costone alla nostra sinistra osserviamo degli anfratti colorati per la presenza di svariati orgasmi bentonici successivamente troviamo l’ingresso di una grotta che si apre su un fondale fangoso di 26 m di profondità. Dopo un breve tratto rettilineo la grotta si biforca in due rami, per uno sviluppo totale di circa

Superata la grotta il costone degrada obliquamente, alternando zone in cui la parete rocciosa appare nuda ad altre in cui è ricoperta dalla posidonia. Seguendo il costone alla nostra sinistra troviamo un piccolo canalone perpendicolare alla parete al cui interno si trova una Pinna nobilis di notevoli dimensioni.

Da qui iniziamo il ritorno, accompagnati da tordi e corvine che tranquilli nuotano nella posidonia.

FANUSA

Il golfetto di Terrauzza si caratterizza per un fondale piatto su cui la prateria di posidonia si alterna con blocchi di roccia in corrispondenza dei quali vivono grossi esemplari di sarago maggiore. A circa 12 m di profondità inizia un piccolo costone che, parallelo alla costa, si dirige verso i due Isolotti della Fanusa. Nei pressi della Fanusa il costone degrada dai 18 fino ai 22-24 m di profondità, alternando tratti di caduta verticale a tratti a pendenza più dolce. Tutto il costone è caratterizzato dalla presenza di un fitto e rigoglioso posidonieto. Diversi canaloni perpendicolari alla linea di costa interrompono il costone in più punti.

Pin It on Pinterest

Share This